Sony vulnerabile per colpa di PHP

Una brutta figura (l’ennesima diranno i maligni) per Sony. Un bug presente in PHP consente la visione integrale del codice sorgente delle pagine del sito help.station.sony.com. Solo ieri il team di sviluppo del noto linguaggio di programmazione Web aveva diffuso un advisory in cui si rendeva nota la vulnerabilità: puntuali oggi sono iniziati i primi…

 


Continua a leggere su http://www.webnews.it/notizie/sony-vulnerabile-php/

KaKaRoTo non sta più lavorando al suo Jailbreak

Brutte notizie purtroppo per chi riponeva nel Jailbreak di KaKaRoTo le ultime speranze di veder smuoversi la scena PS3: il coder infatti, in risposta ad un tweet che “insinuava” un suo abbandono del progetto, ha risposto dicendo che il progetto non è stato abbandonato del tutto ma posto ormai in uno stato di stallo a tempo indeterminato visto che non riescono a raggiungere i loro obiettivi e ormai non hanno più nemmeno tempo da dedicarci.
Continua a leggere su http://www.ps3-ita.com/7630-184-KaKaRoTo_non_sta_piu_lavorando_al_suo_Jailbreak.html

PS3Dev ha trovato un possibile exploit sul firmware 4.0?

Durante la scorsa notte è apparsa una curiosa e alquanto interessante notizia sui maggiori portali underground legati alla scena PlayStation 3. Stando a quanto dichiarato da un certo PS3Dev, già famoso per la creazione di diversi homebrew, sarebbe riuscito a trovare un nuovo exploit sull’ultimo firmware ufficiale, il 4.0.
Continua a leggere su http://www.ps3-ita.com/7597-12-[Rumor]_PS3Dev_ha_trovato_un_possibile_exploit_sul_firmware_40.html

I fail0verflow ribadiscono che non torneranno sulla scena PS3

Direttamente dal loro account Twitter ufficiale tornano a farsi sentire i ragazzi del team fail0verflow, team che, vi ricordiamo, diede praticamente i natali alla scena Custom Firmware su PS3 lo scorso Dicembre 2010 al CCC mostrando tutte le falle nella sicurezza del Firmware Sony.

Go to Source / Continua a leggere su http://www.ps3-ita.com/7514-519-I_fail0verflow_ribadiscono_che_non_torneranno_sulla_scena_PS3.html