I siti religiosi sono più pericolosi di quelli pornografici per quanto riguarda i malware



Secondo Symantec i siti con contenuti di tipo religioso o ideologico sono i più pericolosi, in quanto il numero di pagine di questo tipo che vengono dirottate dai cybercriminali è relativamente alto. Più alto di quelle pornografiche, comunemente ritenute tra le peggiori in assoluto.

Nella classifica di Symantec i siti sporcaccioni sono appena al decimo posto tra quelli più compromessi. Il rapporto è basato sui dati dal Global Intelligence Network di Symantec, che tiene d’occhio l’attivita internettiana di 200 paesi tramite sensori, servizi e clienti dei suoi prodotti antivirus.

La motivazione di tale scarto tra i siti religiosi e quelli pornografici deriva probabilmente dalla natura commerciale dei secondi. I gestori di questo genere di… “servizio pubblico” guadagnano da Internet, guadagnano bene. Un’infezione malware che causa attacchi drive-by è una pessima pubblicità, quindi è nel loro interesse mantenere i propri siti puliti, che non dubito essere bersagliatissimi dai criminali.

I siti religiosi o ideologici, invece, tendono ad essere operazioni no-profit, spesso gestiti da dilettanti poco attenti alla sicurezza – Come vedete le ragioni dei criminali non sono sataniche, solo spietate considerazioni pratiche. Symantec comunica un aumento massiccio di questo genere di attività durante il 2011: 5,5 milioni, l’81% in più rispetto al 2010. Se pensiamo ad altri rapporti sulla scarsa sicurezza dei siti web, il quadro sembra preoccupante anche se non ci rivolgiamo a chi, come Symantec, sarebbe interessato a venderci qualcosa.

Foto | Flickr
Via | Rawstory

I siti religiosi sono più pericolosi di quelli pornografici per quanto riguarda i malware é stato pubblicato su Downloadblog.it

travel_468x60.gif

One Reply to “I siti religiosi sono più pericolosi di quelli pornografici per quanto riguarda i malware”

Leave a Reply