Netkups: quando BitTorrent incontra il mondo dei cyberlocker



Netkups

Nel periodo in cui i cyberlocker si trovano nell’occhio del ciclone, tra la chiusura di Megaupload, le minacce della MPAA e le azioni di prevenzione attuate da Filesonic e Rapidshare, c’è anche chi decide di affacciarsi per la prima volta in questo mondo, facendo anche un passo in più ed unendo il protocollo BitTorrent al file-sharing tramite cyberlocker: Netkups è un nuovo servizio attivo da pochi giorni che promette di fare quanto appena descritto.

L’utente può caricare un file (fino ad 1 GB per la versione free) e rendere disponibile il link per il download ad amici e conoscenti. Parallelamente Netkups si occuperà di creare un file torrent (e di esserne quindi il releaser), garantendo così agli utenti l’esistenza illimitata di quel file e nessuna limitazione di velocità. L’uploader, inoltre, non dovrà preoccuparsi di tenere in vita quel file torrent, ci penserà Netkups tramite tracker pubblici che dovrebbero garantire l’esistenza di quel file anche nel caso in cui il servizio venga chiuso.

Il modello ibrido è una situazione in cui vincono tutti. Noi possiamo risparmiare sulla larghezza di banda e permettere una crescita veloce mentre garantiamo che il file abbia sede fino a quando ci saranno download in corso. Allo stesso tempo gli utenti possono beneficiare del download di file torrent utilizzando in parte la nostra banda e in parte quella di altri utenti.

A parlare è il fondatore di Netkups, che ha speso anche qualche parola sulla questione del copyright, ben consapevole di attirare sul servizio le attenzioni di MPAA e simili: “Saremmo dei pazzi a non preoccuparci di questo. Ecco perché abbiamo una policy in linea col Digital Millennium Copyright Act e ci preoccupiamo dei diritti di tutti, non solo degli utenti e non solo dei creatori. Facciamo molta attenzione alla censura e agli abusi di ogni genere“.

Ed ora qualche dettaglio utile: gli utenti free possono caricare file fino ad 1 GB, mentre per i premium quel limite sale a 2 GB e la velocità di download arriva a 30 Mbps (massimo 300 kB/s per gli utenti free) oltre alla possibilità di download simultanei illimitati e di assistenza in caso di problemi. Il costo della versione premium è di 5.95 dollari al mese e al momento non sono previsti sconti per chi desidera sottoscrivere un abbonamento di maggiore durata.

Una doverosa nota: per ogni file di dimensione superiore ai 10 MB che caricherete tramite il servizio, verrà automaticamente creato un file torrent che sarà poi condiviso nel network. Non potrete usarlo, insomma, per condividere i vostri file personali al pari di altri cyberlocker, in quanto indipendentemente dalla vostra scelta, quei file finiranno nel vasto mondo dei torrent. Netkups, a questo proposito, sottolinea proprio di non poter garantire la riservatezza dei file. A voi la scelta.

Via | TorrentFreak

Netkups: quando BitTorrent incontra il mondo dei cyberlocker é stato pubblicato su Downloadblog.it

travel_468x60.gif

Leave a Reply