Avast trasforma la pirateria in un’occasione di marketing




Avast, il famoso sviluppatore di soluzioni antivirus ed antimalware, ha messo in campo un’iniziativa fuori dai classici schemi. Nelle scorse settimane, i tecnici della società hanno scoperto che una licenza multipla venduta ad un cliente aziendale dello stato dell’Arizona (USA) era stata immessa nei canali peer-to-peer ed utilizzata, oggi, da quasi 775.000 utenti. La licenza originale prevedeva la possibile di installare il prodotto di Avast solamente su 14 computer ma il file di licenza è stato scaricato tramite i circuiti P2P ed utilizzato da centinaia di migliaia di persone, senza averne titolo. La società ceca, piuttosto che invalidare i codici di licenza, ha preferito mettersi alla finestra ed osservare l’evoluzione dello scenario.
Lo stesso codice di licenza (di Avast Pro, n.d.r.)’, hanno spiegato i portavoce di Avast, ‘è stato utilizzato in più di 200 nazioni ed è stato impiegato anche su due sistemi della Città del Vaticano.
Continua a leggere su http://www.ilsoftware.it/news.asp?ID=6829

travel_468x60.gif

Leave a Reply